Menzione di merito al “Verona Trento” al concorso dantesco nazionale multimediale “Andrea Chaves”a Ravenna.

L’I.I.S. “Verona Trento” non solo tecnologico , anche in ambito umanistico si distingue per competenze che ,secondo stereotipi ,appartengono solo ad alcune tipologie di istituti.

Il 04 Aprile a Ravenna la premiazione per un gruppo di allievi delle classi IV A Elettrotecnica, Battaglia Gabriele, Caramella Mario, Costantino Francesco, Di Pietro Francesco, Lombardino Giuseppe, e IV D Costruzioni ,Bongiovanni Emanuele e Gennaro Alessio, al concorso dantesco nazionale multimediale “Andrea Chaves” promosso dal “Centro Dantesco” di Ravenna, in collaborazione con “Dante in rete”.

“A maggior forza ed a miglior natura/ liberi soggiacete” (Purg. XVI) il tema proposto per la realizzazione di un elaborato multimediale che doveva far riflettere gli studenti sul rapporto tra necessità e libertà nell’opera di Dante paragonandolo con la riflessione di altri autori , antichi o contemporanei e con la propria esperienza e riflessione personale . Gli allievi accompagnati dalle docenti Giuseppa Rinaldi ed Angela Rita Scionti hanno realizzato un cortometraggio approfondendo la tematica ,riflettendo sul concetto di destino, caso,  fortuna, necessità da un lato e libertà, responsabilità, volontà, virtù dall’altro confrontando Dante con altri autori ed attualizzando i concetti fino a cogliere il messaggio sempre nuovo di Dante che può aiutarci a definire un’etica per il nuovo millennio .

 Non è un caso che il  poeta fiorentino Mario Luzi ,definito come l’ultimo degli Ermetici,(morto nel 2005) abbia dettto :”Dante è il poeta più contemporaneo che ci sia”; molto più vicino ai giovani più di quanto essi pensino .

Questa la motivazione della menzione : ”Il dialogo fra i grandi della storia letteraria e un giovane studente di oggi ci conduce in modo incisivo a riflettere sul tema della libertà e della responsabilità dell’uomo, sulle leggi con le quali cerca di regolare e orientare l’umana convivenza, sulle tragedie e le violenze che feriscono il mondo attuale, sul compito che attende i giovani e la speranza riposta in loro. La sceneggiatura sa proporre soluzioni suggestive e la recitazione appare accurata e convincente”.

 

 

Informazioni aggiuntive

Tutti i loghi e marchi in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. I commenti sono di proprietà dei rispettivi autori, ed il resto © 2014 - Istituto d'Istruzione Superiore "Verona-Trento" Messina